bg.jpg

L'edizione 2018 offre un percorso di formazione volto a ispirare il cambiamento.
Disuguaglianze, ambiente, migrazioni, etica pubblica: questi i temi guida pensati per poter leggere in chiave globale e agire localmente.
Durante il corso sarà possibile conoscere gli strumenti dell'azione politica e sperimentarsi attraverso laboratori pratici nel territorio di Monza e della Brianza.

Le lezioni si terranno dal 9 febbraio al 25 maggio ogni venerdì alle 17.00

Programma

9 febbraio Presentazione | Esercitare il dubbio, praticare la buona politica
MODULO 1Pensare la politica
16 febbraio Disuguaglianze | Una redistribuzione possibile
  Cause legali e illegali che concentrano la ricchezza in poche mani e impoveriscono la maggior parte della popolazione mondiale. Quali azioni redistributive adottare in Italia e nella politica internazionale.
  Lucio Gobbi - Economista, Università di Trento
Monica di Sisto - Fairwatch e stop TTIP
Fausto Durante - Responsabile politiche europee CGIL
23 febbraio Ambiente | Per un equilibrio sostenibile
  La sostenibilità come paradigma del futuro: dal globale al locale
  Chiara Pirovano - Geografa, responsabile formazione, innovazione educazione WWF
Marzio Marzorati - Vicepresidente Legambiente Lombardia
2 marzo Migrazioni Mi muovo dunque esisto
  Migrazioni volontarie, deportazioni, fughe, invasioni e altri movimenti alla base della demografia contemporanea.
  Paolo Zanini - Ricercatore di storia contemporanea, Università Statale di Milano
Mireno Berrettini – Ricercatore di storia delle relazioni internazionali, Università Cattolica
9 marzo Etica pubblica | Conoscere e contrastare la criminalità organizzata
  Grandi traffici internazionali illegali e organizzazioni criminali che influenzano le economie e le società. Business, flussi, strumenti e ricadute locali.
  Mattia Maestri - Osservatorio sulla criminalità organizzata, Università di Milano
Valerio d'Ippolito - Libera, Monza
MODULO 2Organizzare la politica
16 marzo Il sindacato | Dignità e diritti: dalle fabbriche all'e-commerce
  Storia, missione, rappresentanza e prospettive
  Elena Lattuada - Segretario CGIL Lombardia
Simona Marchi - Fondazione di Vittorio
23 marzo I partiti Chi rappresentare per quale idee
  Analisi storica, modalità di organizzazione e di azione. L'esempio del Labour di Corbyn e il protagonismo delle nuove generazioni
  Angelo Turco - Consigliere Comunale a Milano
Domenico Cerabona - Fondazione Giorgio Amendola
28 marzo I movimenti | L'altermondialismo e il femminismo nella storia
SINTESI Analisi del fenomeno, caratteristiche, casi concreti.
  Loris Caruso – Ricercatore, Scuola Normale Superiore Pisa
Elena Del Giorgio – Ph.D Esperta movimento femminista
6 aprile Terzo settore | L'impegno civico per la collettività
  Il protagonismo delle associazioni come strumento di ricomposizione sociale.
  Marco Cavedon - Direttore CSV Monza
Francesco Facciuto - Associazione Minerva
13 aprile Tecnologia e nuovi media | Realtà e percezione fra attivismo, politica e governo
  Il potenziale della tecnologia in termini di espressione personale, informazione e mobilitazione. Nuovi modelli organizzativi. Il rischio del pensiero unico e prospettive future.
  Paola Bonini – Consulente media digitali
Andrea Faré e Federico Bianchi - Holacracy
20 aprile L'arte | Impegno e nuovi sguardi: dalla musica alla street art
  Arte come strumento di trasformazione capace di agire sul mondo. Il ruolo della musica nei cambiamenti sociali e la street art come rigenerazione urbana
  Emanuele Lazzarini – esperto rigenerazione urbana, Manuia
muscia e politica- ospite in attesa di conferma
MODULO 3FARE LA POLITICA – I Laboratori
Maggio Quattro laboratori per ideare e progettare interventi concreti
  1. una nuova vita per un bene confiscato alla mafia
  2. musica free style contro l'ingiustizia
  3. street art per una rigenerazione urbana
  4. risolvere un conflitto nel quartiere
*in collaborazione con Libera, Legambiente Lombardia, Caritas Monza

Il metodo

La scuola desidera tenere in considerazione le motivazioni e i percorsi dei frequentanti. Ogni incontro sarà strutturato a partire dalle domande e dagli interessi degli studenti e delle studentesse che diventeranno così co-autori del percorso formativo.

Un percorso di tutorato accompagnerà gradualmente gli studenti verso l'acquisizione di un protagonismo sempre maggiore che consentirà di rafforzare le capacità espressive e di contribuire con la propria impronta e le proprie idee all'evoluzione del corso.

Ad ogni tema sarà dedicata un'analisi che terrà in considerazione l'aspetto locale e globale così come la possibilità di comprendere le ragioni storiche e gli scenari futuri.

Gli studenti saranno invitati di volta in volta a riflettere ed interrogarsi su possibili azioni, soluzioni ai problemi riscontrati mentre i relatori forniranno, quando possibile, un racconto su alcuni percorsi politici in corso.